2 commenti

Marittimi, governo chiarisca le procedure di rinnovo del certificato

Roma, 19 luglio – “Il ministero delle Infrastrutture deve dare una immediata risposta a tutti i marittimi italiani, chiarendo una volta e per tutte le procedure per il rinnovo del certificato IMO STCW95. Il governo persevera ancora nel suo atteggiamento di disinteresse nei confronti di una comparto di lavoratori strategico per l’economia del Mediterraneo e del nostro Paese”: lo chiede il deputato del Movimento Cinque Stelle, Luigi Gallo, che ha interrogato il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sul destino dei lavoratori del mare e delle procedure di rinnovo dei certificati per i marittimi.
«Rileviamo altresì – dicono i deputati M5S in Commissione Trasporti – lo scarsissimo numero dei centri accreditati per somministrare i corsi di formazione, tra l’altro prescritti dagli emendamenti di Manila alla convenzione STCW». Nell’interrogazione depositata alla Camera, il deputato pentastellato cita il caso di un marittimo di Genova a cui il ministero stesso ha negato il rinnovo del certificato. “Mentre il TAR del Lazio si esprimeva a vantaggio dei lavoratori – afferma Gallo – il ministero autonomamente ed arbitrariamente decide di non eseguire la sentenza del tribunale Amministrativo del Lazio, con la spiegazione di voler attendere gli esiti di un’eventuale impugnazione della stessa sentenza. Ricordo al ministero, che le sentenze del TAR sono esecutive finché il Consiglio di Stato non decida un’eventuale sospensione dell’esecuzione e le sentenze si rispettano. Il settore marittimo italiano è stanco di applicazione fantasiose all’italiana o alla “matriciana” del codice STCW, che regola il mondo dei trasporti marittimi così come internazionalmente sottoscritto”.

Annunci

2 commenti su “Marittimi, governo chiarisca le procedure di rinnovo del certificato

  1. il governo non è stato mai presente nelle problematiche dei marittimi italiani ,non a mai tutelato i lavoratori del settore , anzi favorendo altri marittimi di altri stati , e lasciando tante famiglie italiane alla fame .

    Mi piace

    • Ha pienamente ragione,per lo Stato italiano i marittimi sono considerati peggio degli extra comunitari.Ci vantiamo di essere una nazione bagnata da trequarti dal mare e poi chi va per mare è considerato poco;una volta avevamo il ministero della marina mercantile ,oggi siamo stati incorporati al ministero dei trasporti.Sulle navi italiane,malgrado gli aiuti di stato, preferiscono imbarcare personale straniero rimproverando i marittimi italiani di avere poca preparazione ed istruzione,ma secondo me è solo una questione economica,gli stranieri costano meno degli italiani, specialmente per quanto riguarda l’assistenza sanitaria e quella della previdenza! Saluti.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: